come pulire gli apparecchi acustici

Capire come pulire gli apparecchi acustici è importante non solo per una questione igienica, ma anche funzionale: il cerume, ad esempio, così importante per le nostre orecchie, può diventare un nemico per i nostri apparecchi, compromettendone a lungo andare la loro funzionalità.

L’apparecchio acustico è davvero un oggetto formidabile: piccolissimo, eppure capace di ridare il giusto suono a tutto ciò che di importante ci circonda! Acquistarli, è vero, comporta una certa spesa, ma c’è tutto da guadagnare affrontando una scelta del genere. Tuttavia, proprio per la loro importanza e il loro valore economico, è nel nostro interesse capirne la giusta manutenzione, per far sì che durino il più a lungo possibile e alla massima prestazione!

Come per qualsiasi novità, anche imparare a gestire i nostri apparecchi acustici può richiedere, durante i primi tempi, impegno, costanza e pazienza. Davanti a noi abbiamo un oggettino così piccolo e sofisticato che può assolutamente intimorirci: toccarlo e manovrarlo ci dà il terrore di poterlo rompere da un momento all’altro!

Eppure una corretta pulizia e una quotidiana gestione sono il segreto per assicurare ad un apparecchio acustico lunga vita. L’apparecchio acustico deve essere pulito prima di essere indossato. Un consiglio sempre valido è quello di compiere le operazioni di pulizia su una superficie morbida, affinché possa attutire eventuali cadute dell’apparecchio.

Come pulire gli apparecchi acustici retroauricolari (BTE)

Negli apparecchi acustici retro-auricolari i componenti principali da pulire sono due: la copertura esterna dell’altoparlante e la cupolina. Per il primo, sarà sufficiente un panno morbido per rimuovere gli eventuali residui di cerume. La cupola (l’estremità del ricevitore in silicone) invece, può essere pulita con un’apposita spazzolina; tuttavia, nonostante la pulizia, è consigliabile recarsi da un Audioprotesista per sostituirla regolarmente.

Come pulire gli apparecchi acustici intrauricolari (ITE)

Per pulire un apparecchio acustico intrauricolare è sufficiente utilizzare un panno morbido e asciutto, oppure utilizzare specifiche salviette umidificate adatte proprio alla pulizia di apparecchi acustici. La pulizia del filtro, che impedisce al cerume di ostruire l’apparecchio, deve essere effettuata con un apposito spazzolino; ad ogni modo il filtro, nonostante la quotidiana pulizia, dovrà essere sostituito regolarmente presso un Audioprotesista, per evitare malfunzionamenti e danni dell’apparecchio.

Infine, ecco una piccola lista di ulteriori suggerimenti per pulire il vostro apparecchio acustico:

  • utilizzate solo prodotti specifici per le apparecchiature acustiche, consigliate dal vostro Audioprotesista e che potete acquistare presso i Centri Acustici;
  • non utilizzate per la pulizia degli apparecchi prodotti aggressivi contenti alcol e/o solventi per evitare danneggiamenti seri dei componenti elettronici presenti all’interno degli apparecchi;
  • l’umidità è un altro nemico degli apparecchi: terminate le operazioni di pulizia, accertarsi sempre che il guscio esterno dell’apparecchio sia ben asciutto;
  • per rimuovere residui di cerume tra i forellini del filtro o della cupola in silicone non utilizzare oggetti appuntiti, come aghi o forbicine, ma affidatevi sempre alle spazzoline specifiche per la pulizia degli apparecchi acustici;
  • nonostante la quotidiana pulizia che effettuerete, è consigliabile svolgere una pulizia professionale presso un Centro Audioprotesico almeno ogni 12 mesi.